Archivio mensile:aprile 2009

kartell spegne 60 candeline e al salone del mobile 2009 si dimostra tra le più giovani, divertenti, affascinanti

quell’aria sbarazzina ed intelligente..  così giovane, divertente e colorata che si fatica a crederlo, eppure è proprio così: Kartell  ha compiuto 60 anni.Un anniversario da celebrare, perchè la longevità è di per sé prova che in un’impresa e nei suoi prodotti ci sono contenuti di valore che hanno saputo esprimersi nel tempo.  Perché Kartell marchio tutto italiano rappresenta un caso particolare del nostro arredamento di qualità. Una realtà industriale, fatta di grandi numeri, grandi firme, prezzi accessibili, alto design.

La nascita di Kartell  è nel 1949, ovvero agli albori del design di arredamento italiano, segnato dall’arrivo di cose straordinarie: straordinari architetti – allora non si chiamavano designer – ma anche straordinari materiali, come i poliuretani e materiali plastici dietro cui c’erano industrie come Pirelli e Montedison. Non sembra un caso che Giulio Castelli, il fondatore di Kartell, fosse un ingegnere chimico. Tra i primi oggetti del museo Kartell ci sono un portasci in gomma  e uno dei primi secchi in polipropilene.  Oggetti di qualità, in materiali innovativi e ben disegnati. Alle origini di Kartell ci sono tecnologia, innovazione e grandi designer: Ettore Sottsass, Gae Aulenti e Anna Ferrieri.  Negli anni Sessanta Kartell aveva cominciato a esportare: Svizzera, Giappone, Stati Uniti, questo gli ha dato una dimensione internazionale che ha avuto il suo punto più alto nella mostra del Moma di New York dedicata al made in Italy. Dopo la battuta di arresto degli anni 80, Kartell torna a nuova vita ancora più forte, grazie alle iniezioni di know-how direttamente dal mondo della moda. E’ l’esperienza della nuova proprietà che darà nuovo slancio ai prodotti e al marchio.
Negli anni 90 la  relazione con i creativi si eleva ancora di più ; un nome per tutti Philippe Starck.
«Un incontro fondamentale. Si iniziò con con una sedia che confermò che si poteva fare un prodotto totalmente diverso da quello che c’era sul mercato; furono abbinati una gamba di ferro e il polipropilene. nasce La sedia, Dr Glob, è entrata subito nei negozi che contavano. Questo spirito, questo modo di lavorare in cui ci si confronta e si prova insieme a migliorare il progetto di partenza ha ispirato il lavoro di Kartell Dalla collaborazione con Antonio Citterio è nato per esempio Battista, un carrello che coniugava alluminio pressofuso e plastica verniciata. Ed ancora Vico Magistretti Un personaggio straordinario, con lui kartell continua il suo cammino verso il successo. ed Eccoci arrivata all’altro ieri e alle nuove proposte del salone del mobile 2009. Vi presentiamo una cardi foto e nei prossimi giorni… analizzeremo prodotto per prodotto, elencheremo i colori  disponibili per ogni modello.
 
LE NUOVE PROPOSTE DEL SALONE 2009
lampada cindy kartell domus arredi.jpg
 
 
KARTELL LAMPADA CINDY FERRUCCIO LAVIANI
spoon table kartell domus arredi.jpg
KARTELL SPOON TABLE  ANTONIO CITTERIO
 
tatì kartell lampada domus arredi.jpg
KARTELL LAMPADA TATì  FERRUCCIO LAVIANI
 
papyrus sedia kartell domus arredi.jpg
KARTELL PAPYRUS RONAN & ERWAN BOUROULLEC
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
MAGGIORI INFORMAZIONI PRESSO
DOMUS ARREDI VIA PASCOLI 39 LISSONE TEL 039794790
 

bianco, tortora, ecrù, grigio, corda, visone, ferro, nero .. i colori tendenza del salone del mobile 2009

Tutti mi fanno la stessa domanda… “quali sono le tendenze per la prossima stagione del mobile???? ” la risposta è certa “
 TANTO TANTO LACCATO e  un po’ di noce canaletto, spunta il rovere tabacco e la tavolozza dei colori più che un arcobaleno è una scala di colore dal bianco al grigio scuro…  
salone del mobile 2009 029.jpg
testata laccato e stoffa per le nuove proposte di Jesse al salone del mobile 2009 
salone del mobile 2009 094.jpg
importanti novità per Doimo idea al salone del mobile 2009. E’ nata una partnership con il marchio Marzotto
salone del mobile 2009 034.jpg
si chiamerà “tempo libero” la nuova collezione di complementi di Novamobili
in foto Una madia laccato lucido con porte assimetriche
RIVENDITORE AUTORIZZATO JESSE, DOIMO IDEA, DOIMO NOTTE, NOVAMOBILI
DOMUS ARREDI sas Via Pascoli, 39 Lissone (Mi) tel 039794790

Calligaris e Kartell presentano al Salone del mobile 2009 le nuove creazioni

CALLIGARIS PRESENTA ” “WIEN”

SEDIA wien CALLIGARIS DOMUS ARREDI LISSONE.jpg
 
Sedia con seduta e schienale in policarbonato e gambe in alluminio.

Sedile disponibile nei colori: bianco, nero e bordeaux lucidi.

Schienale disponibile nei colori: trasparente, grigio fumè trasparente, rosso trasparente, nero lucido, bianco lucido, bordeaux lucido.

Gambe in allumio nelle varianti: alluminio lucido, bianco lucido, nero lucido, bordeaux lucido.

 
 
 
 
 
KARTELL PRESENTA..
 
KARTELL SEDIA AMI AMI.jpg
 
 Ami Ami, design Tokujin Yoshioka
 
disponibile nei colori:  Trasparente, bianco lucido, nero lucido, rosso Kartell, fumè
 
kartell salone del mobile 2009 taolo.jpg
tavolo scenografico con il piano rotondo sorretto da un’unica gamba centrale formata da “sei” petali colorati
kartell salone del mobile 2009.jpg
 
 In collaborazione con Eugeni Quitllet, Kartell propone un comò che arricchisce la celebre gamma-prodotto: forma classica resa però contemporanea dalla trasparenza totale.
 
 
 
Acquista i prodotti Calligaris e Kartell da
Domus arredi Via Pascoli, 39 Lissone tel 039794790
 

Jesse, Prestige, Doimo, Morfeus, Opinionciatti, Modà, Santarossa, Emmei .. al salone del mobile 2009

S1050660.JPG

Per vedere le nuove collezioni, che le aziende di cui siamo rivenditori ufficiali, esporranno al Salone del Mobile  2009 seguite le nostre indicazioni:

  • JESSE PADIGLIONE 10 STAND E19/F30
  • DOIMO IDEA PADIGLIONE 13 STAND E25 F24
  • DOIMO DECOR PADIGLIONE 10 STAND E02
  • OPINIONCIATTI ptolomeo PADIGLIONE 8 STAND B29
  • MODA’ DILIDDO E PEREGO PADIGLIONE 7 STAND E24 E 26
  • PRESTIGE PADIGLIONE 1 STAND M07 N08
  • BODEMA PADIGLIONE 7 STAND D19
  • SANTAROSSA SMART MODERN PADIGLIONE 13 STAND C11 D14
  • SANTAROSSA DESIGN PADIGLIONE 10 STAND F 12
  • NAPOL PADIGLIONE 10 STAND E08
  • GRUPPO ALF DAFRE’ PADIGLIONE 6 STAND E49  PADIGLIONE 13 STAND A09 B06
  • DELTASALOTTI PADIGLIONE 9 STAND E01 E05
  • EMMEI PADIGLIONE 13 STAND H22
  • AICO DESIGN PADIGLIONE 5 STAND E03

RIVENDITORE UFFICIALE

DOMUS ARREDI VIA PASCOLI 39 LISSONE (MI) TEL 039794790

www.domusarredilissone.it  info@domusarredilissone.it

 

Nasce Brera Design District.. le iniziative nella settimana del salone del mobile

 

 

 

Nella settimana del Salone del Mobile, Brera è centro della creatività

brera design district grande.jpg 

 

In occasione della 48esima edizione del Salone del Mobile, nasce Brera Design District, un nuovo progetto che vede protagonista lo storico quartiere di Milano, famoso per il suo importante patrimonio di arte e storia e per il contributo che da secoli fornisce alla vita culturale della città.

 

Brera Design District è la sede di oltre 40 negozi di antiquariato e arredamento che ne fanno un punto di riferimento per il settore e da sempre coniugano l’eredità artistica e artigianale del quartiere con una forte spinta alla sperimentazione e all’innovazione.

 

Brera è un luogo ricco di fascino e di cultura, un mondo abituato a precorrere le tendenze, dove si intrecciano arte, moda, design. Un luogo variegato, accogliente, caldo, percorso da grande fermento creativo ed artistico, dove la cultura si mescola all’happy hour e al divertimento. Brera Design District include alcune tra le più antiche e importanti strade milanesi, da via Brera e via Solferino – che danno il nome all’intera zona – a Corso Garibaldi, via Pontaccio, via Madonnina; un percorso che comprende non solo i negozi ma anche luoghi storici dell’arte e della creatività di Milano, dalla celebre Pinacoteca – dove sono esposte le opere di prestigiosi artisti tra cui Raffaello, Mantegna, Hayez, Bellini, Rembrandt, Modigliani – alla Biblioteca, dall’Accademia delle Belle Arti.

 

Milano continua ancora oggi ad attingere al quartiere di Brera per arricchire la sua proposta culturale e coinvolgere i visitatori in un’esperienza che mette insieme tradizione e nuove frontiere della creatività e del design, proprio in occasione dell’appuntamento più atteso dagli operatori del settore e dal pubblico: il Salone del Mobile.

Durante la settimana dal 22 al 27 aprile, Brera Design District sarà il luogo da visitare per ammirare ed acquistare articoli di ogni tipo e, allo stesso tempo, scoprire quali saranno le nuove direzioni del design, grazie anche agli eventi del circuito Fuori Salone che animeranno le serate.

 

Brera Design District è il primo passo di un importante progetto che intende dare nuovo impulso a Brera riproponendola come “motore” culturale di Milano, centro di diffusione di idee nuove ed interessanti, di proposte sempre sorprendenti, creative, stimolanti, che reinterpretano in chiave moderna una grande storia ed una importante tradizione senza rinunciare al ruolo di avanguardia artistico-culturale per gli scenari futuri dell’arte, della creatività e del design che proprio queste strade hanno ricoperto per secoli, ospitando ai tavoli dei caffè e dei locali generazioni di artisti.

 

 

le informazioni fuori salone sono offerte da:
Domus arredi sas Via Pascoli, 39 Lissone

 

 

 

 

www.zonatortona.net : registrati e vivi il fuorisalone 2009

zona-tortona.jpg

 Via Tortona, via Forcella, via Savona. seguite i cartelli rossi e siete arrivati: Zona Tortona è il cuore degli eventi fuori salone 2009.

l’ex area industriale della zona di Porta Genova  è stata protagonista di un’imponente riqualificazione urbanistica durata  un decennio ed ora è il cuore pulsante delle notti milanesi del design.
Tom Dixon, Foscarini, Jannelli & Volpi, Bernhardt Design, Kartell, Lago, Ceramiche Sant’Agostino ma anche Coin e Ikea. Crescono i nomi importanti e aumentano le presenze dei visitatori da tutto il mondo.

Forte dei successi ottenuti,  Zona tortona si allarga e conquista un nuovo polo: Zona Romana. Location di riferimento, i grandi loft dello Spazio Botta e il Teatro Franco Parenti, appena ristrutturato.

Tra le novità del 2009, non poteva mancare un maggiore impegno verso l’ambiente. In tutta l’area sarà attivo un servizio di Bike Sharing, per spostarsi velocemente tra un evento e l’altro. Grazie a un accordo con ATM, saranno disponibili navette ecologiche per ridurre il traffico.

Da non perdere, poi, la mostra su materiali e superfici ‘Surfacin’ Material Innovation’, al Museo della Scienza e della Tecnica (via Olona), ma anche la DesignLounge sponsorizzata da Veuve Clicot (Magna Pars, via Tortona 15) e That’s Design, palcoscenico per i migliori progetti delle accademie internazionali di design e, da quest’anno, vetrina per i giovani designer indipendenti (spazio Ex Industria, via Forcella 13).

attenzione attenzione !!!  per entrare in tutte le location di Zona Tortona bisogna munirsi del Pass Ufficiale. Basta registrarsi on-line (www.zonatortona.net ) o negli info point situati all’interno del circuito.

le informazioni fuori salone sono offerte da:
Domus arredi sas Via Pascoli, 39 Lissone
 

naviga con garmin negli eventi fuorisalone 2009

garmin.jpg

Garmin ha preparato uno strumento incredibile per tutti coloro che vogliono navigare sicuri tra gli eventi del fuorisalone 2009: tutti i punti di interesse degli eventi del Fuorisalone da caricare gratuitamente sul  navigatore satellitare!
La Guida Garmin Fuorisalone.it, raccoglie tutti gli eventi della settimana del design di Milano: concerti, mostre, happening e incontri.
Sarà impossibile perderne uno! Carica sul tuo navigatore Garmin indirizzi e informazioni utili per non smarrirti nell’allegra confusione delle strade di Milano!

clicca qui  http://www.garmin.it:80/download.php?id=31   per scaricare il file per il tuo navigatore Garmin

PER SAPERE TUTTO MA PROPRIO TUTTO SUGLI EVENTI DEL FUORI SALONE  CHE ACCENDONO LE GIORNATE MA SOPRATTUTTO LE NOTTI DI MILANO

http://2009.fuorisalone.it/2009/

 

le informazioni fuori salone sono offerte da:
Domus arredi sas Via Pascoli, 39 Lissone

il fuori salone 2009 all’università degli studi di Milano

Interni Design Energies è l’evento che la rivista d’arredamento Interni porta a Milano per la settimana del Salone del Mobile 2009 presso i cortili dell’Università degli Studi di Milano di via Festa del Perdono.

I temi sviluppati sono quelli dell’Energia, declinata nei segni della sostenibilità, bioedilizia, architettura ecologica, eco-design. Interni Design Energies mette in mostra, attraverso le installazioni ideate appositamente dagli espositori, il processo creativo di designers e architetti italiani e internazionali chiamati a confrontarsi sul tema dell’uso dell’energia, con attenzione agli aspetti legati alla casa, alla città e al paesaggio, confrontandosi con le problematiche legate alla sicurezza e alla responsabilità ambientale. Le energie diventano anche sinonimo di invenzioni, sottolineando il valore delle energie del design.

All’interno dell’evento verranno inoltre create le Energy Islands, veri e propri salotti urbani ideati per l’evento e allestiti da aziende leader del settore home. Un esempio l’ultima creazione di Tabu, verrà presentata  all’ interno dello storico Loggiato dell’ Università degli Studi di Milano: Una parete che si oppone al tradizionale concetto di piano, composta da poliedri di dimensioni e spessori differenti che creano movimento in un gioco alternato di pieni e vuoti, realizzato in legno Lati e verniciato ecologicamente, utilizzando vernici all’acqua.Il legno, materiale vivo e naturale, sembra sostituire in Endless Bricks il mattone, come nei più ambiziosi progetti ideati all’ insegna della ecosostenibilità e della bioedilizia. È Endless Bricks, nata dalla collaborazione tra l’ azienda Tabu e l’ Arch. Lorenzo Damiani e Simone Tommasi.

tabu fuori salone.jpg

italiano e internazionale, con loro prototipi e prodotti appartenenti alle ultime collezioni. Le isole, collocate nel Loggiato al primo piano del Cortile d’Onore, rappresentano un luogo di incontro e riposo e un progetto di design che va a integrarsi al progetto di architettura temporanea realizzato all’Università degli Studi.

 Orario
Dal 21 al 27 aprile dalle ore 9.00 alle ore 24.00;  Concerto jazz di Danilo Rea martedì 21 aprile ore 20.00 (su invito). Opening Party: mercoledì 22 aprile dalle ore 20.00

le informazioni fuori salone sono offerte da:
Domus arredi sas Via Pascoli, 39 Lissone

TAVOLINO IN METALLO CROMATO E PIANO IN CRISTALLO REGOLABILE IN ALTEZZA.. IL CAPOLAVORO DI EILLEN GRAY

tavolino eileen Gray.jpg
E – 1027 un codice che racchiude un segreto!!
quando il design è arte.. la sua storia va conosciuta.. non chiamatelo solo “tavolino”

Eileen Gray, nome completo Kathleen Eileen Moray Gray 1878 – 1976, è stata una designer di mobili e un architetto irlandese, considerata una pioniera dell’estetica dell’Internationa Style. Con Lina Bo Bardi e Charlotte Perriand, è la madre del design moderno. Le sue opere sono state apprezzate da maestri come Le Corbusier e J.J.P. Oud. Il suo nome è tuttora sinonimo di eleganza e raffinatezza. Origini irlandesi e studi francesi, nella sua lunga vita ha incrociato i protagonisti della Architettura Moderna. Conquistando sul campo il titolo di designer.  Persuasa da Le Corbusier e da Jean Badovici, iniziò ad interessarsi di architettura. Nel 1924 la Gray e Badovici cominciarono a lavorare insieme a una casa sul mare a Roquebrune-Cap-Martin,  battezzandola E-1027. Il nome scelto è un codice che nasconde le iniziali dei due (E = Eileen, 10 = Jean, 2 = Badovici, 7 = Gray). La casa ha la forma di una L, il tetto piatto e finestroni che si aprono dal pavimento al soffitto con scale a chiocciola che conducono alle stanze degli ospiti. E-1027 è al tempo stesso una struttura aperta e compatta. Eileen Gray disegnò il mobilio con criteri d’avanguardia, collaborando anche con Badovici nell’elaborazione delle strutture dell’edificio. Il suo tavolo circolare in vetro E-1027 e la tondeggiante poltrona Bibendum furono ispirati da esperimenti Bauhaus di Marcel Breuer con le strutture d’acciaio tubolari.  Con lo scoppio della seconda guerra mondiale, Eileen Gray fu costretta a evacuare dal sud della Francia. Il suo appartamento a Saint-Tropez, dove aveva preziose collezioni di beni, fu fatto saltare in aria da una bomba. Nel secondo dopoguerra Eileen Gray tornò a Parigi inaugurando uno stile di vita ancora più reclusivo di prima. Si occupò ancora di piccoli lavori, ma fu sostanzialmente dimenticata dall’industria del design. Intorno ai settant’anni cominciò a perdere la vista e l’udito eppure ebbe ancora la forza di trasformare un vecchio granaio in un atelier e si trasferì in campagna per continuare a lavorare. Nel 1968, grazie a un articolo del critico Joseph Rykwert su Domus Magazine, la poltrona Bibendum e il tavolo E-1027 recuperarono un vasto successo di pubblico, tornando in produzione e divenendo pezzi classici di design. Poco prima della sua morte, nel 1970, i suoi lavori furono esposti in una mostra a Londra, il che permise al pubblico di riscoprirne la genialità. Eilen Gray morì all’età di novantotto anni nel suo appartamento di rue Bonaparte a Parigi

venite a vedere la nostra collezioni di complementi d’arredo

www.areamobili.com 

www.sartoriadeimobili.com

Domus arredi Via Pascoli 39 Lissone (milano) tel 039794790

www.domusarredilissone.it  info@domusarredilissone.it

 

scrivanie e colore… un gioco da ragazzi

scrivania e libreria ima acamerette domus arredi lissone.jpg
letto a castello con scrivania ima camerette domus arredi lissone.jpg
ima acemrette scrivania domus arredi lissone.jpg

RIVENDITORE IMA
DOMUS ARREDI via Pascoli, 39 Lissone
Domus arredi: 4 piani di esposizione tra i quali uno completamente dedicato alle camere per ragazzi o come diciamo noi “alle camerette” tante soluzioni adatte anche agli spazi più piccoli, tati colori vivaci per rendere lo spazio dei bambini allegro e divertente, tante idee per scrivanie comode e funzionali.  Venite a trovarci!!